Archives

Visualizzazione efficace

Come creare una tabella efficace: Data Visualization all’opera

Come creare una tabella efficace? Una tabella pulita, essenziale, accattivante e che non sembri uscita da un report del 1998? Come creare una tabella efficace dal punto di vista comunicativo ma al contempo bella da vedere, al passo con le meravigliose infografiche che di questi tempi spopolano sul web e non solo, seducendo il pubblico e rischiando di far fare alla cara vecchia tabella la figura del brutto anatroccolo?

Data Storytelling: il libro di Fabio Piccigallo

Poco più di un anno fa (era febbraio 2018) Fabio Piccigallo, digital analyst con una ventennale esperienza nel marketing, CEO di un'agenzia di data-driven marketing di Roma e consulente di marketing strategico (nonché ideatore di questo blog) pubblicava Digital Analytics per e-commerce, un libro in cui racchiudeva in 500 pagine l'approccio metodologico per una corretta impostazione dell’analisi dei dati in maniera propedeutica e fruttuosa per gli obiettivi di business. Oggi, a distanza di un anno, pubblica il suo secondo libro, che

Non solo visual: l’importanza del testo nella data visualization

Sembra quasi una contraddizione in termini, parlare di testo nella Data Visualization: eppure non è così. Se è vero che un grafico nasce per raccontare tramite immagini perché “un’immagine vale più di mille parole” e che possiede il grande pregio di restituire con immediatezza e pregnanza il senso di concetti, numeri e parole che altrimenti chiederebbero molto più spazio e tempo per essere esposti verbalmente, non per questo il testo deve scomparire dal nostro quotidiano lavoro di visualizzazione. Uno dei più grandi equivoci del nostro millennio è che le immagini avrebbero sostituito le parole: non è vero.

Grafici particolari: il grafico a cascata

Qualche tempo fa abbiamo inaugurato su questo blog la rubrica "grafici particolari", dedicata a tutte quelle tipologie di data visualization inconsuete e fuori dal comune. Una scelta che a quanto pare è piaciuta molto, almeno stando a tutti i feedback positivi che stiamo ricevendo!

Come semplificare le tue Data Visualization

Come semplificare una Data Visualization? Se sei arrivato a questo post, è perché ti sei posto anche tu questa domanda. Che, per inciso, è un'ottima cosa: non tutti coloro che si occupano di Data Viz si rendono conto di quanto sia fondamentale approcciarsi in questo modo alle visualizzazioni dei dati.

Grafici particolari: il diagramma di Pareto

Scegliere il grafico giusto, lo sappiamo, non è mai semplice. Dopo un faticoso lavoro di individuazione delle metriche o delle variabili più opportune da rilevare, dopo un lungo periodo di raccolta dati, dopo un accurato sforzo di pulizia degli stessi, adesso è arrivato il momento di analizzarli e rappresentarli (due fasi che si sovrappongono: visualizzare i dati è essenziale fin dalla fase di analisi, e Anscombe lo ha dimostrato efficacemente).

Grafici particolari: Bullet Graph

Eccoci al secondo appuntamento di questa nuova rubrica sui grafici particolari per una scelta di visualizzazione diversa e controcorrente. Quante volte all'interno dell'ennesimo report o della solita

Grafici particolari: grafico a radar

Grafici particolari e dove trovarli. Avremmo potuto chiamare così il primo di questa nuova serie di post, richiamando il titolo un noto film che negli ultimi anni ha spopolato parecchio. Così come a spopolare, negli ultimi anni, è la Data Visualization.

Visualizzare i dati: come scegliere il grafico giusto

Decine di volte, su questo blog, abbiamo tentato di destrutturare un pensiero tanto comune e diffuso quanto sbagliato - e cioè che la creazione dei grafici si trovi a valle del processo di analisi: prima raccolgo i dati, poi li analizzo, poi li rappresento.

Creare un report efficace: 10 regole da seguire

Come creare un report efficace?
Se stai leggendo questo post, probabilmente è perché sei un consulente che si occupa di data analysis e più o meno frequentemente devi stilare report per i tuoi clienti in cui rendere conto del lavoro svolto per loro. Se segui il nostro blog da un po’, ormai lo saprai