Blog

Data Viz del mese: “prosciutto e uova verdi” (le parole del Dr. Seuss)

La data visualization è la nostra passione segreta. Anzi, neanche troppo segreta. Lavoriamo tutto il giorno sui numeri, tra analytics e big data: il momento di visualizzare i dati è quello in cui ci sbizzarriamo per trovare la visualizzazione più bella, più comunicativa, più d’impatto. Per questo volevamo fare qualcosa in più che dedicare una sezione del nostro blog ai consigli su come visualizzare efficacemente: la DataViz del mese è la nostra rubrica preferita. Lavori pazzeschi, meravigliosi da guardare e utili da studiare per chiunque si occupi di visualizzazione dati. Se ti sei perso quella di dicembre, la trovi qui (spoiler: parla del ghepardo delle nevi). Questo mese, invece, ci occupiamo di prosciutto e uova verdi. Eeeeh? Sì, hai capito bene.

Green Eggs and Ham: una favola in 50 parole

La visualizzazione di oggi è su “Prosciutto e uova verdi”: no, non letteralmente. Green Eggs and Ham è forse il libro più famoso del Dr. Seuss. Un’unica lunghissima filastrocca in cui un bambino cerca di far mangiare all’amico qualcosa che quest’ultimo proprio si rifiuta di assaggiare: prosciutto e uova verdi (e chi di noi, bambino, non ha avuto una repulsione per il cibo verde?). Ma c’è di più: Green Eggs and Ham è una scommessa vinta: quella lanciata dall’editore al Dr.Seuss di scriverlo usando solo 50 parole. Dopo “A Cat in the Hat”, composto da 225 termini, l’uomo era forse curioso di vedere fin dove il Dr. Seuss era in grado di arrivare. È un dettaglio che non tutti conoscono e che, comunque, poco è stato approfondito fino ad oggi. Fino a quando, almeno, Corey Jones non ha deciso di trasformare quel lavoro in una visualizzazione dati e pubblicarla su Tableau online. Dio benedica internet!

Pronto ad analizzarla insieme?

I punti di forza della visualizzazione dati più bella del mese

Quando per la prima volta ci siamo imbattuti in questa visualizzazione, siamo rimasti folgorati: quanto-è-bella! Forse perché amiamo innanzitutto la filastrocca del Dr.Seuss (qui ce n’è un assaggio), ma questa data viz ci ha davvero conquistati. Secondo noi è costruita benissimo e ha più di un punto di forza. Ma andiamo con ordine.

Il colore

Lo sappiamo, siamo ripetitivi. Stiamo sempre là a ripetere quanto sia importante l’uso del colore nelle data viz (a proposito: stiamo preparando un post solo su questo… stay tuned!). Se insistiamo tanto è perché effettivamente è così! Questa visualizzazione sarebbe potuta essere nera, rossa, blu e invece è verde: credi davvero che sia solo un caso? Naaah, non lo è. L’intera filastrocca ruota intorno al fatto che le uova ed il prosciutto, essendo verdi, hanno un aspetto preoccupante. Utilizzare il verde come colore della rappresentazione crea un legame fortissimo con l’argomento della visualizzazione.

La doppia visualizzazione dinamica e interattiva

Se c’è una cosa meravigliosa che i nuovi tools per la data visualization permettono di fare, è andare oltre le classiche visualizzazioni statiche che ci si può limitare ad osservare e nulla più. A volte va anche bene, sia chiaro: ma impone necessariamente una limitazione sulla quantità di informazioni da inserire nella visualizzazione. In questo caso il passo in avanti è doppio: Jones ha pensato innanzitutto ad una visualizzazione dinamica, che consente di fruire di una quantità nettamente superiore di informazioni senza peraltro dover muovere un dito (viva la pigrizia!). Ma non solo: la data viz del mese è anche interattiva. Si può scegliere, infatti, di selezionare una frase alla volta studiando con calma il modo in cui si compone Green Eggs and Ham. Lasciare ad ognuno la possibilità di fruire la visualizzazione dati nel modo in cui preferisce, pur guidandone la lettura, dovrebbe essere la regola chiave di ogni data visualization.

Chiarezza e completezza

Una delle caratteristiche più interessanti di questa visualizzazione è la completezza. Solitamente le visualizzazioni operano una scrematura dei dati per mettere su grafico solo poche essenziali informazioni davvero importanti. In questo caso siamo davanti a una data visualization che, vuoi per l’esigua quantità di dati, vuoi per la scelta di una rappresentazione dinamica, riesce ad illustrare per intero la filastrocca del Dr. Seuss. Un punto a suo vantaggio senza ombra di dubbio: tutte i dati sono lì, a portata di click. Non solo: è estremamente chiara e perfettamente leggibile. Non serve chissà quale sforzo interpretativo: basta osservare la riproduzione dinamica per vedere comparire le 50 parole mano a mano che la filastrocca va avanti, osservandone gli intrecci e il modo in cui le frasi si compongono. Una delizia per gli occhi.

Imparare a mangiare? No. Imparare a visualizzare

Accade spesso che molti libri apparentemente per bambini abbiano in realtà un doppio livello di lettura e che siano, di fatto, indirizzati anche agli adulti. Il caso forse più famoso è il Piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry, ma anche Prosciutto e uova verdi rientra in un certo senso in questa casistica. Se è vero che il libro è stato scritto per insegnare i bimbi a mangiare ciò che rifiutano di assaggiare, anche gli adulti, dopo così tanti anni dalla sua pubblicazione, hanno qualcosa da imparare. Studiare la visualizzazione di Jones riguardo all’uso delle parole in Green Eggs and Ham è utilissimo per chiunque si chieda costantemente come visualizzare bene i dati per migliorare continuamente.

Se ti interessa la data visualization, continua a seguire la nostra rubrica. E poi: sapevi che organizziamo corsi per imparare a visualizzare efficacemente i dati?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *