Archives

Written by

Non solo visual: l’importanza del testo nella data visualization

Sembra quasi una contraddizione in termini, parlare di testo nella Data Visualization: eppure non è così. Se è vero che un grafico nasce per raccontare tramite immagini perché “un’immagine vale più di mille parole” e che possiede il grande pregio di restituire con immediatezza e pregnanza il senso di concetti, numeri e parole che altrimenti chiederebbero molto più spazio e tempo per essere esposti verbalmente, non per questo il testo deve scomparire dal nostro quotidiano lavoro di visualizzazione. Uno dei più grandi equivoci del nostro millennio è che le immagini avrebbero sostituito le parole: non è vero.

Grafici particolari: il grafico a cascata

Qualche tempo fa abbiamo inaugurato su questo blog la rubrica "grafici particolari", dedicata a tutte quelle tipologie di data visualization inconsuete e fuori dal comune. Una scelta che a quanto pare è piaciuta molto, almeno stando a tutti i feedback positivi che stiamo ricevendo!

Dai Big Data agli Smart Data: come gestire il Data Overload nelle imprese

C'è una metafora molto significativa per spiegare il problema che abbiamo con i dati e l'informazione all'alba del terzo millennio: è una metafora che ha a che fare con il tempo perso in cartoleria a scegliere un bigliettino di auguri, di quelli che accompagnano il regalo. Chiunque di noi sa bene che più ce ne sono, più il tempo passato a sfogliarli, leggerli e individuare quello adatto si moltiplica

Come semplificare le tue Data Visualization

Come semplificare una Data Visualization? Se sei arrivato a questo post, è perché ti sei posto anche tu questa domanda. Che, per inciso, è un'ottima cosa: non tutti coloro che si occupano di Data Viz si rendono conto di quanto sia fondamentale approcciarsi in questo modo alle visualizzazioni dei dati.

Grafici particolari: il diagramma di Pareto

Scegliere il grafico giusto, lo sappiamo, non è mai semplice. Dopo un faticoso lavoro di individuazione delle metriche o delle variabili più opportune da rilevare, dopo un lungo periodo di raccolta dati, dopo un accurato sforzo di pulizia degli stessi, adesso è arrivato il momento di analizzarli e rappresentarli (due fasi che si sovrappongono: visualizzare i dati è essenziale fin dalla fase di analisi, e Anscombe lo ha dimostrato efficacemente).

E-commerce a Natale: vantaggi e guadagni passano per la digital analytics

Dicembre: tempo di alberi di Natale, regali, presepi, regali, pandori e panettoni, regali, addobbi, regali, Michael Bublé e... abbiamo già detto regali? No, non siamo noi ad essere troppo cinici, in un improvviso impeto di consumismo sfrenato.

Grafici particolari: Bullet Graph

Eccoci al secondo appuntamento di questa nuova rubrica sui grafici particolari per una scelta di visualizzazione diversa e controcorrente. Quante volte all'interno dell'ennesimo report o della solita

Grafici particolari: grafico a radar

Grafici particolari e dove trovarli. Avremmo potuto chiamare così il primo di questa nuova serie di post, richiamando il titolo un noto film che negli ultimi anni ha spopolato parecchio. Così come a spopolare, negli ultimi anni, è la Data Visualization.

Visualizzare i dati: come scegliere il grafico giusto

Decine di volte, su questo blog, abbiamo tentato di destrutturare un pensiero tanto comune e diffuso quanto sbagliato - e cioè che la creazione dei grafici si trovi a valle del processo di analisi: prima raccolgo i dati, poi li analizzo, poi li rappresento.

Che cos’è il Data Storytelling? Facciamo chiarezza

Che cos'è il Data Storytelling? È una domanda apparentemente banale. Una di quelle che raramente siamo abituati a sentire, anche perché ormai è un'espressione così in voga tra gli addetti ai lavori che colui che non ha le idee molto chiare spesso si sente in imbarazzo a chiederlo.