Blog

Pagine Facebook: 5 metriche da monitorare

Quali analisi sono importanti quando gestisco una pagina o un profilo Facebook?” È una domanda che ci sentiamo fare sempre più spesso, da chiunque. Per cui eccoci qui: in questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza e capire quali metriche monitorare quando si gestisce un account o una fanpage Facebook. Certo, ce ne sono decine e ognuna fornisce un’informazione in più. Alcune, però, sono più importanti di altre. Sono a nostro avviso i parametri fondamentali per chiunque voglia fare Facebook analytics. Curioso di scoprire quali sono?

Campagne Facebook: quali analisi e quali metriche sono importanti?

Cominciamo con una breve premessa. Se così tanti ci chiedono dritte su Facebook Analytics, è perché la popolarità del social di Zuckemberg è più alta che mai. I numeri dicono che un italiano su due ha un profilo Facebook: con un bacino di utenza così grosso, è ovvio che tutti vogliano approfittarne e usarlo per la propria impresa. Utilizzare strategicamente una pagina Facebook può essere davvero utile: si possono raggiungere tantissime persone, tutte corrispondenti ad un target ideale, generare interazioni, aumentare la notorietà del marchio o del servizio e, infine, convertire. Tutto questo, ovviamente, quando la pagina viene gestita bene, il target individuato correttamente, la strategia impostata in linea con le aspettative del pubblico di riferimento. Altrimenti si rischia di mancare gli obiettivi e continuare solo a spendere parecchi soldi, soprattutto se si fa advertising. Ma come capire se si sta andando nella giusta direzione? Quando si fa analisi della propria pagina Facebook, quali KPI vanno analizzati? La risposta non è semplice né tantomeno univoca: ogni pagina fa storia a sé perché ogni impresa ha obiettivi diversi. A seconda delle informazioni che ci interessa reperire, dovremmo consultare un parametro differente, che porterà con sé un’informazione specifica che a volte può essere essenziale. Di fondo, però, ci sono alcune metriche che vanno monitorate sempre. Sono KPI cruciali che vanno tenuti d’occhio quando si vuole analizzare la propria attività su Facebook. Esaminiamole una alla volta.

1. Nuovi likes sulla pagina

Quando si lancia una nuova pagina, il primo obiettivo è acquisire like sulla pagina. Non è questione di ego: la notorietà social, quando si parla di imprese, non è mai fine a se stessa. Avere tante persone che seguono la pagina significa avere anche tante persone che sono esposte ai contenuti che pubblichiamo. Si spendono tanti soldi per pubblicizzare la pagina o il post e far sì che tante persone li vedano: quando avviene gratis non è forse meglio? Il like alla pagina sono il primo parametro da monitorare. C’è stata un’impennata di nuovi utenti? Bene, cos’è che ha funzionato particolarmente? È replicabile? E se invece c’è stato un calo notevole, come mai? Potrebbe essere il segnale che il cambio di rotta intrapreso non ha dato i risultati sperati. Prima lo si capisce, prima si può correre ai ripari.

2. Reach organica, reach a pagamento, reach complessiva

Proprio come la metrica precedente, anche in questo caso abbiamo a che fare con un parametro che riguarda la pagina nella sua complessità. I KPI di pagina sono fondamentali perché aiutano a comprendere l’andamento generale: percezione che, quando si scende troppo nei dettagli, si rischia di perdere. La reach ci dà la misura di quante persone abbiano visto quel contenuto. È importante poter scindere il dato in reach organica e reach a pagamento per capire se effettivamente i soldi investiti valgono la spesa: nel caso in cui la reach a pagamento riesca a raggiungere pochissime persone se confrontata con quella organica, potrebbe essere il caso di riflettere se sia conveniente continuare in questa direzione.

3. Reaction per tipologia di post

Se i primi due parametri riguardavano la pagina, per poter effettuare una buona analisi della propria pagina Facebook bisogna necessariamente scendere nel particolare e analizzare i KPI relativi ai post. Una delle cose più utili da fare è mettere in relazione la tipologia di post (status, link, foto, video) con la quantità di reaction ottenute, includendo il dato circa la sponsorizzazione o meno del post. In questo modo è possibile vedere innanzitutto quale tipologia di post funziona meglio: il tuo pubblico preferisce leggere i tuoi post? O invece interagisce di più con le immagini? Nel caso qui su, ad esempio, possiamo notare che gli utenti interagiscono molto quando il post contiene un link. In maniera congrua con le aspettative, i post sponsorizzati sono quelli con le interazioni maggiori..

4. Impression, reaction e condivisione per giorno di pubblicazione

Uno dei KPI più interessanti quando si fa Facebook analytics è quello relativo al giorno di pubblicazione. È molto interessante vedere in che giorni della settimana le persone interagiscono maggiormente con ciò che postiamo. In questo modo si può decidere quali giorni prediligere per l’advertising. Nel caso che abbiamo preso ad esempio, si pubblica prevalentemente dal lunedì al venerdì, con un picco per il mercoledì. Eppure i dati parlano chiaro: il martedì è il giorno con l’attività maggiore sulla pagina del nostro cliente. Curiosamente, poi, reaction e condivisioni vanno benissimo anche domenica e lunedì. Forse conviene postare di più tra la domenica e il martedì, no?

5. Top post per reactions

La quinta analisi fondamentale quando parliamo di Facebook, riguarda i cosiddetti “top post per reactions”: ovvero quei post che sono post particolarmente performanti dal punto di vista delle reactions. Si tratta di un parametro interessante perché permette di rendersi conto sotto il punto di vista pratico di cosa funziona e cosa no. Cosa hanno in comune i post più apprezzati? Avevano tutti la stessa lunghezza? Parlavano dello stesso argomento? Magari contenevano una faccina o una domanda?

Come abbiamo già detto, le metriche che si possono prendere in considerazione sono molteplici. E di certo non ci si può limitare solo a queste. Ma, di sicuro, a queste cinque non si può rinunciare. Adesso sappiamo quali analisi sono importanti quando si gestisce una pagina Facebook e quali KPI o metriche bisogna considerare.

Usi Facebook ma non sei sicuro che i tuoi risultati siano realmente ottimali? Vorresti fare pubblicità su Facebook ma non sei certo che la tua pagina abbia il giusto engagement che ti permetterà di convertire? Non restare nel dubbio. Ci occupiamo di analizzare le pagine (e le campagne) Facebook dei nostri clienti e monitorare tutti i parametri necessari, per essere sicuri che chi si rivolge a noi stia ottimizzando gli investimenti. Scopri di più sul nostro servizio di Facebook Analytics.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *